news-Ipasvibz

NOTA IMPORTANTE DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE IPASVI

  ATTENZIONE : NOTA IMPORTANTE DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE PER I COLLEGHI INFERMIERI LIBERI PROFESSIONISTI. TUTTI I COLLEGHI LIBERI PROFESSIONISTI SONO PREGATI DI SCARICARE IL FILE IN ALLEGATO E [...]

novembre 24th, 2016|IPASVI|

Nuovo sito IPASVI Bolzano

Gia da qualche giorno è attivo il nuovo sito IPASVI BZ. Vi preghiamo tutti di navigare all'interno del sito e di farci sapere le vostre opinioni in merito. [...]

novembre 21st, 2016|IPASVI|

Formazione: giornata nazionale Ipasvi a Catanzaro

26/10/2016 - La Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi ha organizzato  per il giorno 5 novembre a Feroleto Antico (CZ) la “Giornata nazionale sulla Formazione” La Federazione nazionale dei [...]

ottobre 26th, 2016|IPASVI|

A Washington riconoscimento internazionale all’infermiera italiana Loredana Sasso

24/10/2016 - La professoressa dell'Università di Genova ha ricevuto dalla American Academy of Nursing il riconoscimento di "Fellow", rientrando così tra i 164 infermieri in tutto il mondo a [...]

ottobre 24th, 2016|IPASVI|

Tavolo tecnico per la professione infermieristica: il documento finale

20/10/2016 - Tavolo tecnico per la professione infermieristica. Gli infermieri nel nuovo modello di assistenza: ecco le indicazioni del documento finale del tavolo al ministero della Salute IL [...]

ottobre 20th, 2016|IPASVI|

logo433nurse24

  • Rinnovo contratto pubblico impiego: gli effetti concreti dell’accordo


    Finalmente, il 30 novembre scorso, a Roma è stato firmato l’accordo tra governo e sindacati sul lavoro pubblico, che nelle prime righe cita: I lavoratori sono il motore del buon funzionamento della pubblica amministrazione: da loro, dall’organizzazione del lavoro, nonché dall’organizzazione delle singole amministrazioni, dipendono principalmente i tempi di risposta e la qualità dei servizi che vengono offerti ai cittadini e alle imprese. Personale sanitario Accordo rinnovo contratto pubblico Da anni le organizzazioni sindacali e gli stessi lavoratori richiedevano a gran voce un rinnovo del contratto di lavoro, che prevedesse un aggiornamento della normativa, nonché aumenti salariali al passo con l’aumento del costo della vita del cittadino. Il contratto collettivo nazionale del lavoro (CCNL) è il documento che disciplina i rapporti tra lavoratore e datore di lavoro. Comprende le norme, i regolamenti, la suddivisione in categorie all’interno dello stesso gruppo di lavoratori, nonché gli stipendi tabellari, suddivisi per categoria economica e fascia retributiva. Ma andiamo a vedere nello specifico cosa prevede l’accordo firmato a Roma (/index.php?option=com_content&view=article&id=44555&catid=136&Itemid=1001). Valorizzazione delle competenze. Uno degli obiettivi primari è quello di individuare sistemi di valutazione per valorizzare adeguatamente la professionalità e le competenze, mettendo in luce il diverso impegno del lavoratore all’interno dell’organizzazione. Miglioramento delle condizioni di lavoro. Un secondo obiettivo è quello di individuare le misure che possano migliorare le condizioni di lavoro, al fine di soddisfare le esigenze dei cittadini, migliorare la qualità dei servizi e i tempi di erogazione. Sarà previsto un monitoraggio periodico, al fine di misurare, attraverso degli indicatori, l’efficacia delle prestazioni delle amministrazioni e la produttività collettiva. Miglioramento degli esiti. Migliorare l’efficienza e l’efficacia lavorativa, per poter costruire un ambiente organizzativo che soddisfi lavoratori e cittadini, che monitorizzi le carenze e le necessità dell’organizzazione, al fine di evitare lo spreco di risorse, ridurre il precariato e permettere una migliore conciliazione vita–lavoro e la flessibilità oraria. Fondi economici destinati al lavoratore. Per quanto riguarda l’aspetto economico dell’accordo, il Governo si impegna ad utilizzare parte delle risorse previste per la legge di bilancio del 2017, per il rinnovo dei contratti: questo permetterà di ottenere aumenti contrattuali non inferiori agli € 85 mensili medi. Tutto questo, con un occhio di riguardo verso i livelli retributivi che hanno maggiormente risentito della crisi economica e del blocco della contrattazione negli ultimi anni. Precariato. Non da ultimo, il Governo si impegna ad assicurare il rinnovo dei contratti precari in prossima scadenza, in vista di una regolamentazione definitiva che verrà inserita nella riforma del testo unico del pubblico impiego. Un primo passo per una grande possibilità, che ci auguriamo sia in grado di migliorare le condizioni dei lavoratori. Il giusto riconoscimento per tutti gli infermieri, OSS e tecnici che ogni giorno mettono anima e corpo nel loro lavoro.

Cosa dice il Presidente

Articoli, comunicati, notizie

Benvenuti su IPASVIBZ.it

Il COLLEGIO IPASVI
DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

Via Maso della Pieve 4/a  – II piano
Tel. 0471.400984 – Fax. 0471.270807

Contatti email

Segreteria: info@ipasvibz.it
PEC: bolzano@ipasvi.legalmail.it

vai alla pagina contatti

ORARIO DI APERTURA

Lunedì 10.00 – 12.00
Martedì 10.00 – 12.00
Giovedì 10.00 – 12.00

ipasvi-bolzano-flag
news-Ipasvibz
Cos’è il Collegio
Scopri chi siamo