Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è l’organo direzionale del Collegio IPASVI. Viene eletto dagli iscritti a cadenza triennale e si compone di norma di 15 membri.

Il Consiglio Direttivo è diretto dalla Presidente, coadiuvata da Vicepresidente, Segretario e Tesoriere. La Presidente rappresenta gli interessi professionali degli iscritti ed è membro del Consiglio Nazionale dei Collegi IPASVI.

L’attività del Consiglio Direttivo è finanziata dalle quote di iscrizione versate dagli iscritti. La loro entità è definibile autonomamente da ciascun Collegio sulla base delle spese amministrative di sede, del programma di eventi organizzati (corsi, iniziative di informazione, consulenza legale ecc.) e dell’ammontare degli oneri dovuti alla Federazione Nazionale per il finanziamento delle iniziative a carattere nazionale.

CONSIGLIO DIRETTIVO IPASVI 2018.2020

PAOLA CAPPELLETTI
PAOLA CAPPELLETTIPRESIDENTE
Sono infermiera da 33 anni e credo molto nell’importanza della nostra professione.
Sono attiva nel consiglio direttivo da diversi anni e questo (2018/2020) è il mio primo mandato da presidente.
Vi ringrazio per la fiducia che avete riposto in me, con i consiglieri eletti continueremo le numerose attività già iniziate nel consiglio precedente e le battaglie a sostegno dello sviluppo della professione.
In questi giorni è stato finalmente approvato il Ddl Lorenzin, siamo diventati un ordine, per noi una giornata storica, siamo riconosciuti al pari di tutte le altre professioni intellettuali e insieme alle professioni sanitarie valorizzati come pilastri dell’assistenza.
Ritengo fondamentale la collaborazione fra le professioni sanitarie per abbattere quel muro di diffidenza e paura che ci separa.
È importantissimo imparare a conoscerci e collaborare al fine di garantire un’assistenza ottimale ai cittadini nel rispetto reciproco delle nostre competenze.
È essenziale che tutti noi ci sentiamo parte della categoria infermieristica e chiedo ad ognuno di partecipare attivamente alla crescita della professione fornendo consigli e suggerimenti per raggiungere i nostri obiettivi.
PAOLO BERENZI
PAOLO BERENZIVICE PRESIDENTE
Mi sono diplomato Infermiere nel 1986, ho conseguito successivamente l’abilitazione alle funzioni direttive e nel 2010 la laurea magistrale in scienze infermieristiche ed ostetriche. Come Infermiere ho lavorato all’Ospedale di Bolzano presso il Servizio di Anestesia, Analgesia e Rianimazione, in Gruppo Operatorio, Psichiatria e Pronto Soccorso. Sempre come Infermiere ho prestato la mia opera quale Elisoccorritore presso le basi di Bolzano, Alpe di Siusi e Bressanone. Ho successivamente lavorato come Caposala in Pronto Soccorso e, dal 1998, quale Coordinatore del Servizio di Emergenza Provinciale. Svolgo inoltre attività d’insegnamento quale istruttore BLS-D, docente presso la Scuola superiore di sanità “Claudiana” nel corso di laurea in infermieristica, docente di Pronto Soccorso al corso per Operatori Socio Sanitari. Collaboro quale membro a diverse Commissioni inerenti l’ambito dell’emergenza – urgenza, al Trauma Group South-Tyrol, al Dipartimento di Emergenza Urgenza, al Comitato guida per la gestione della Centrale Provinciale di Emergenza. Rappresento l’Azienda Sanitaria nei Centri operativi distrettuali di Bolzano e Bassa Atesina.
Desidero innanzitutto ringraziarvi per la fiducia che mi avete accordato dandomi la vostra preferenza. Alcuni sono portati a considerare il Collegio (ora Ordine) come un’entità astratta, lontana dal nostro essere professionisti, cittadini, Infermieri anziché viverlo come una nostra rappresentanza, tutela, momento di amalgama, fonte di stimolo ed opportunità. Personalmente credo che questa sensazione derivi almeno in parte dal non “vivere” attivamente, da vicino, questa Istituzione. Ho deciso di candidarmi per il Consiglio direttivo del nostro Collegio professionale in quanto ritengo che ognuno di noi, a rotazione, dovrebbe partecipare alla gestione di quella che considero essere la nostra “casa comune”, per portare nuove idee, nuovi punti di vista ed apprezzare quanto è stato fatto finora da chi ci ha preceduto.
Sono onorato di aver ricevuto così tante preferenze e poter così dare con la mia esperienza professionale un modesto contributo alle attività di promozione, tutela e sviluppo della nostra, bellissima, professione. Mi auguro che in futuro molte/i di voi vogliano fare la stessa esperienza.
ROBERTO FILIPPI
ROBERTO FILIPPISEGRETARIO
Sono nato a Merano nel 1978 e vivo a Lagundo. Ho conseguito il Diploma Universitario in Scienze Infermieristiche presso la Scuola Superiore di Sanità ”Claudiana” a Bolzano nel novembre 2001. Successivamente ho lavorato per ca. 2 anni nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale presso l’Ospedale di Bolzano. Dal 2005 lavoro in Pronto Soccorso all’Ospedale di Merano. Collaboro fin dall’inizio del progetto nella copertura del servizio per l’urgenza extraospedaliera. Sono docente/istruttore di corsi di rianimazione cardiopolmonari sia base che avanzati. Pur avendo dedicato tutta la mia esperienza nei reparti di area critica, sono entrato nel consiglio direttivo dell’Ipasvi nella speranza e nella convinzione di poter dare un contributo valido allo sviluppo e alla crescita della professione infermieristica in tutti i suoi ambiti.
PAOLA NESLER
PAOLA NESLERTESORIERA
Sono infermiera da 38 anni, tesoriera in questo mandato (2018-2020) e in attività con ruoli diversi all’interno del consiglio direttivo da circa 20 anni. Il triennio scorso è volato per le numerose attività e le battaglie intraprese per lo sviluppo della professione infermieristica.
Lo spirito e la dedizione che continuerò ad offrire rimarranno costanti, anche se l’obiettivo principale di questa mia candidatura è quello di stimolare e incoraggiare i giovani colleghi che fanno parte del consiglio direttivo, affinché comprendano l’importanza dell’impegno assunto e ne diventino validi promotori garantendo continuità nel tempo. Chiedo a tutti di sentirsi parte della categoria infermieristica e spero di ricevere suggerimenti e proposte utili da tutti voi; la richiesta è rivolta in particolare agli infermieri di ultima generazione, che sono fonti preziose per apportare novità e sviluppo professionale nell’operatività quotidiana. Non esitate a contattare il collegio e venite a trovarci nella nostra sede. Buon lavoro a tutti.
MARILENA CARDINI
MARILENA CARDINICONSIGLIERA
Diplomata Infermiera Professionale a Bolzano nel 1987, personalmente ho sempre dato molta importanza alla formazione, perché sono convinta che essa sia indispensabile per stare al passo coi tempi in una professione come quella infermieristica, che è in continua evoluzione. A tale scopo ho ritenuto necessario convertire il mio vecchio titolo in Laurea Infermieristica, conseguire il Master in tecniche manageriali per coordinatori dell’assistenza infermieristica presso la Scuola Superiore di Sanità Claudiana, con l’Università degli Studi di Verona (2007) e tenermi costantemente aggiornata e attiva.
Facendo parte del Consiglio Direttivo IPASVI per il secondo mandato, la mia sfida è sempre quella di contribuire con grande impegno e serietà a dare voce e visibilità alla nostra professione e a farla crescere agendo soprattutto in ambito formativo.
Confido in un contatto vivo e diretto con i colleghi in modo da poterli rappresentare nei loro interessi ed esigenze e poter quindi essere loro d’aiuto e/o da tramite per una crescita collettiva e condivisa.
PATRICK CLAUSER
PATRICK CLAUSERCONSIGLIERE
Laureato nel 2011 a Trento e sempre presso la medesima sede nel 2017 ho conseguito il master di primo livello in management per le funzioni di coordinamento. Dal 2012 ho iniziato la mia attività di infermiere presso la ASL di Bolzano. Sono volontario da oltre 10 anni presso un’associazione di soccorso in valle di Non, zona in cui sono nato e cresciuto. Da diversi anni seguo gli studenti del corso di laurea come guida di tirocinio nella mia sede lavorativa. Dal 2018 ho iniziato l’attività di istruttore BLSD IRC nel centro di formazione aziendale. Credo molto nella nostra professione e credo che noi infermieri abbiamo un potenziale da far emergere affinché tutti ci considerino per i professionisti che siamo. Il processo deve però iniziare da noi, dobbiamo essere i primi a credere in noi stessi affinché tutti credano in noi. Ringrazio per la fiducia che mi avete concesso e prometto che mi impegnerò al massimo nel corso di questo mandato per ricambiarla.
STEFANIA COSERICONSIGLIERA
Ho conseguito il diploma di infermiera pediatrica nel 1985 presso la “scuola per Vigilatrici d’ infanzia” di Bolzano, ho fatto questa scelta perché ho sempre desiderato lavorare con i bambini. Dal 1985 ad oggi ho sempre lavorato nel comprensorio di Bolzano ricoprendo alcuni incarichi di coordinamento presso il reparto di pediatria ed il Sevizio di Consulenza Genetica, dove attualmente presto Servizio. È un lavoro vario, interessante ed in continuo sviluppo.
Questa è la mia prima esperienza di consigliere IPASVI e ho scelto di candidarmi nel consiglio direttivo per dare un contributo allo sviluppo della professione infermieristica e nello specifico dell’infermiera pediatrica. Desidero impegnarmi affinché la professione infermieristica sia sempre più valorizzata e riconosciuta dalle istituzioni e dalla cittadinanza sostenendo i colleghi nello sviluppo della professione e nel rispetto e conoscenza delle normative e del codice deontologico soprattutto in questo periodo di grande cambiamento per la nostra professione. Sono certa che lavorando insieme e condividendo percorsi ed obiettivi si possono cambiare molte cose.
LILIANA FAVARI
LILIANA FAVARICONSIGLIERA
Diplomata Infermeria Professionale nel 1991 a Bolzano, i primi anni di esperienza sono stati fatti presso varie Residenze per anziani per poi focalizzare la professione nel reparto di ginecologia dell´ospedale di Bolzano fino al 2002. Successivamente fino ad oggi mi sono dedicata alla formazione degli infermieri pur mentendo vivo il contatto diretto con il paziente (tutorato clinico). Negli anni presso il Corso di Laurea in Infermieristica, Polo di Bolzano –Università di Verona- ho rivestito vari ruoli quali: tutor clinico, coordinatore di Polo per l´area Nursing del progetto Erasmus ecc.
Ad oggi sono responsabile teorico degli studenti del secondo anno accademico, docente di Fisiopatologia applicata all´Infermieristica, responsabile della formazione degli infermieri a guide di tirocinio per gli studenti e vice Coordinatore del Corso di Laurea.
Nel tempo ho potuto sviluppare sempre più le mie competenze infatti, antecedente la riforma Universitaria, specializzandomi in anestesia e rianimazione, successivamente con un Master di primo livello in Modelli e metodi del Tutorato delle Professioni sanitare e sociali, un Master in Coordinamento e in ultimo la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche.
Far parte del consiglio Direttivo dell´Ipasvi è per me un onore e ringrazio della fiducia riposta.
GABRIELE MAGNARELLI
GABRIELE MAGNARELLICONSIGLIERE
Infermiere da 10 anni, ho conseguito la Laurea a Trento nel 2007 e un master di I° livello in management nel 2013. Sono dipendente dell´Azienda Sanitaria dal 2008 nel servizio di Pronto Soccorso dell´ospedale di Merano. Da diversi anni mi occupo di tutoraggio e monitoraggio dello sviluppo e progressione professionale. Sono al primo mandato e porto con me tutta la grinta e la determinazione del “novellino”. Riconoscimento e valorizzazione dell´autonomia decisionale, unitamente allo sviluppo e riconoscimento delle competenze avanzate sono gli obiettivi che intendo perseguire in questo triennio.
NATASCIA MEGOZZI
NATASCIA MEGOZZICONSIGLIERA
Sono nata a Merano nel 1977 ed ho vissuto un lungo periodo della mia vita a Roma, dove mi sono laureata nel 2010 all’Università di Tor Vergata. Ho iniziato a lavorare da subito in Pronto soccorso in un ospedale al centro di Roma, i tre anni passati in pronto soccorso mi hanno fatto crescere molto dal punto di vista professionale, crescita che ho riportato nel 2013 quando dopo essere tornata a Merano ho iniziato a lavorare in Fondazione Pitsch, prima come Infermiera di Reparto poi come Coordinatrice e oggi come Responsabile Tecnico Assistenziale, lavorando con l’anziano ho scoperto una branca della mia professione multidimensionale che mi ha dato l’opportunitá di poter approcciare su vari tipi di patologie e accrescere ancora di piú la mia esperienza, ovviamente una parte del mio cuore e della mia passione é rimasta nell’aerea critica. Il coordinamento, al quale non avrei mai pensato, mi ha dato l´opportunitá di aiutare in concreto la mia professione sostenendo i miei colleghi a ricercare sempre un miglioramento e a porsi nuovi obiettivi. Quest´anno ho anche conseguito il Master in funzioni di Coordinamento. La candidatura al Collegio é arrivata inaspettata ed improvvisa e l´ho presa come un’opportunitá di poter valorizzare la figura Infermieristica nel lavoro sul territorio che troppo spesso é visto in secondo piano. Il mio obiettivo é quello di valorizzare e far crescere la professione Infermieristica sul territorio. Vorrei una presenza costante all’interno delle case di riposo degli Infermieri e vorrei che la nostra figura sia valorizzata in pieno e che le venga riconosciuto il merito dello sforzo giornaliero che ognuno di noi fa nel dedicarsi al benessere di ogni singola persona.
MANUEL MUSSNER
MANUEL MUSSNERCONSIGLIERE
Laureato nel 2005 in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, presso la Scuola Superiore Provinciale “Claudiana”, nel 2013 ho conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche presso l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Al momento sto svolgendo un Master di II° Livello in “Management Sanitario e Direzione di Strutture Complesse” presso l’Università degli Studi Internazionali di Roma. Lavoro come infermiere presso il Servizio di Anestesia e Rianimazione 1 con indirizzo di Anestesia e Terapia del Dolore, in cui svolgo anche la funzione di Referente interno di Qualità. Rivesto l’incarico di docente presso la Scuola Superiore Provinciale “Claudiana”.
Mi sono candidato nel Consiglio Direttivo per dare un contributo e sostegno allo sviluppo professionale che rappresentiamo oltre che un supporto fondamentale per il miglioramento continuo nella formazione e nella qualità. Ritengo che il nostro Collegio provinciale sia un punto di incontro e di confronto per tutte le Professioni rappresentate, per una crescita culturale, professionale, di tutela e promozione della categoria.
HANNES PICHLER
HANNES PICHLERCONSIGLIERE
Liebe Kolleginnen und Kollegen, es ist euch gelungen mich sehr zu überraschen, ich hätte mir niemals erwartet in den Verwaltungsrat gewählt zu werden.
Nach dem Abschluss des Laureatsstudienganges für Krankenpflege arbeite ich im Regionalkrankenhaus im Dienst für Anästhesie und Intensivmedizin, aber auch beim Landesnotfalldienst 118 auf dem Notarzteinsatztfahrzeug in Bozen.
Als Verwaltungsratsmitglied des Berufsverbandes möchte ich vor allem unserem Berufsbild eine Stimme geben, das allzu lange unterschätzt wurde, jedoch sehr wichtigen für die Gesellschaft ist.
Zudem ist es mir wichtig, die Zusammenarbeit mit den verschiedenen Berufsgruppen unter Berücksichtigung der verschiedenen Ausbildungsstufen zu fördern; die Autonomie der Krankenpflege weiter zu entwickeln und unsere Arbeit sichtbarer zu machen. Mein Schwerpunkt liegt sicherlich im Notfallbereich, da ich den am besten kenne. Aber ich möchte auch mit den Kolleginnen und Kollegen aller anderen Bereiche in Kontakt treten, um ihre Meinungen einzuholen und so ihre Anliegen besser vertreten zu können. Dies ist meine erste Erfahrung im Verwaltungsrat und ich hoffe, dieser Aufgabe und der mir gesteckten Ziele gerecht zu werden.
MAURIZIO PILIA
MAURIZIO PILIACONSIGLIERE
Diplomato Infermiere Professionale nel 1997, ho iniziato a lavorare presso il reparto di chirurgia dell’Ospedale di Bolzano. Dal 2001 ho intrapreso per 10 anni l’attività di tutor clinico e Docente presso la Scuola Superiore di Sanità Claudiana; per 7 anni ho accompagnato gli studenti iscritti al corso di Laurea per Infermiere durante il proprio percorso di tirocinio e per gli ultimi 3 anni  mi sono dedicato a pianificare il percorso didattico in aula. Nel tempo ho concluso il master di primo livello per “Le competenze tutoriali nella formazione degli operatori della Salute” e conseguito la laurea magistrale in Scienze infermieristiche ed Ostetriche, entrambi presso l’Università degli studi di Verona. Essendo professionalmente un’anima ribelle sempre alla ricerca di nuovi stimoli, dopo l’esperienza di didattica ho avuto la possibilità di mettermi nuovamente in gioco e seppur per un breve lasso di tempo, ho avuto il piacere di poter indossare nuovamente il camice (questa volta colorato) e di lavorare all’interno del reparto di terapia intensiva neonatale, arricchendomi sia professionalmente che umanamente.
Nel 2011 volendo mettere a frutto le competenze sviluppate durante gli anni e durante i percorsi di studio, ho intrapreso la collaborazione con lo Staff Sviluppo Professionale del Comprensorio di Bolzano, acquisendone nel 2017 la titolarità della posizione organizzativa.
Nel mio ruolo di consigliere all’interno dell’IPASVI vorrei contribuire con i miei compagni di viaggio a mantenere sempre aggiornate le competenze professionali anche attraverso l’offerta di eventi formativi e sempre nell’ottica di garantire al cittadino l’eccellenza delle prestazioni erogate; non è sufficiente infatti essere iscritti al Collegio, se poi l’iscrizione diventa un mero titolo di cui fregiarsi, senza rivedere preparazione, formazione e competenza.
ANNELIESE PITSCHEIDER
ANNELIESE PITSCHEIDERCONSIGLIERA
1997 habe ich mein Diplom als Krankenpflegerin erhalten, zudem habe ich 2016 eine Ausbildung als Kinaestheticstranerin Stufe 1 gemacht.
Anfangs habe ich 2 Jahre lang im Krankenhaus gearbeitet, danach habe ich meinen Arbeitsplatz zum ÖBPB „ Zum Heiligen Geist“ gewechselt.
Seit 17 Jahren bin ich Führungskraft und seit Kurzem stellvertretende Pflegedienstleiterin im Seniorenwohnheim in Brixen. Dort kümmere ich mich um die Umsetzung des Pflegeprozesses.
Der Berufsverband IPASVI ist Neuland für mich, in der Begleitung und Betreuung von Senioren und pflegebedürftigen Menschen habe ich aber viel Erfahrung.
Meine Themen sind: Die Verantwortung und Tätigkeiten der Krankenpflegerin in der Seniorenbetreuung, die Zusammenarbeit mit anderen Berufsgruppen, Organisationsethik, Palliativcare, Validation, Haltung und Achtsamkeit im Umgang mit pflegebedürftigen Menschen.
CLAUDIO VALERIO
CLAUDIO VALERIOCONSIGLIERE
Mi chiamo Claudio, sono sposato e ho due figli. Mi sono diplomato presso la scuola infermieri di Merano nel 1978. Assolto dal servizio militare nel 1980, dal 1982 sono specializzato in anestesia e rianimazione. Dal 1995 invece sono specializzato e abilitato alle funzioni direttive. Insegnante di tecnica infermieristica presso la scuola per le professioni sociali nel 2002. Svolgo la funzione di docente in alcuni corsi con punteggio ECM e da 44 anni presto servizio di volontariato presso la Croce Rossa. Attualmente sono il coordinatore infermieristico presso la casa di riposo Don Bosco e Villa Europa e del servizio infermieristico per la cooperativa Operatori Socio Sanitari. Mi sono candidato per far parte del collegio IPASVI per spirito di servizio.