Libera professione

L’infermiere che esercita la libera professione assume la responsabilità del proprio agire (in forma autonoma) nei confronti dell´utenza.
L’infermiere esercita la libera professione in forma autonoma o associata e può agire a domicilio della persona che richiede cure infermieristiche.
Il libero professionista infermiere presta il lavoro in regime di autonomia tecnica-assistenziale, con ampia discrezionalità e con propria organizzazione del lavoro.

Nei confronti dei cittadini assistiti l’infermiere libero professionista ha degli obblighi specifici quali:
Codice Deontologico
Patto infermiere-cittadino
Profilo professionale
Procedura per l´iscrizione.

Procedura d’iscrizione

L’ Iscrizione all’Albo Professionale è obbligatoria per legge e va effettuata presso la sede del Collegio di appartenenza.

CONTABILITA’ E FISCALITA’
Al libero professionista è consigliato farsi seguire nell’apertura della propria posizione IVA, contabilità e fiscalità da un commercialista di propria fiducia o esperto nel campo sanitario.

APERTURA PARTITA IVA
Chiunque eserciti un’attività libero-professionale è tenuto all’apertura di un numero di Partita IVA presso l’Ufficio IVA della provincia di domiciliazione fiscale, prima di iniziare l’attività stessa.

COMUNICAZIONE AL COLLEGIO
Il professionista è tenuto a comunicare al proprio Collegio, l’inizio dell’attività o la chiusura dell’attività stessa. Scarica modulo

ISCRIZIONE ALL’ENTE DI PREVIDENZA
È obbligatoria l’iscrizione all’ENPAPI (Ente di Previdenza ed Assistenza della Professione Infermieristica) entro 60 giorni dall’apertura della propria posizione IVA. Per tutte le informazioni e iscrizione collegarsi al sito ENPAPI.